ALBANIA - Tirana

Il "Paese delle Aquile": città ottomane, siti archeologici e bellezze naturali

  • Tour di gruppo , Turismo Responsabile , Tour emozionale
  • 8 giorni / 7 notti
  • Volo di Linea
  • Come da Programma

Una terra unica e molteplice: l'itinerario spazia in tutta l'Albania!
Si parte dalla capitale Tirana con i suoi musei e palazzi risalenti al periodo dell'occupazione italiana, per poi muoversi verso nord, per la visita del bazar di Kruja, la cittadella del leggendario eroe Skanderbeg. Si prosegue poi verso est, per ammirare le splendide chiese e icone bizantine di Voskopoja, per poi raggiungere il centro-sud del paese, con le città-museo di Berat e Gjirokastra, di epoca ottomana, patrimonio UNESCO.
La regione è anche la zona dei principali parchi archeologici, come Butrinto e Apollonia, e della splendida Riviera, con le sue meravigliose spiagge e insenature.

Dettagli

1° GIORNO: Benvenuti in Albania!
Partenza dall’Italia per il moderno aeroporto “Madre Teresa” di Tirana. Accoglienza all’arrivo e incontro con l’accompagnatore e l’autista albanese che ci seguiranno per tutto il viaggio. Quindi trasferimento in città per una prima visita della capitale albanese: partendo dalla centralissima e storica piazza Scanderbeg proseguiremo lungo il boulevard principale dedicato ai Martiri della Patria, per concludere la passegiata nel quartiere ‘Blloku’, l’ex‐residenza offlimits del dittatore Hoxha, oggi cuore pulsante della movida di Tirana. A cena, primo “incontro ravvicinato” con la cucina albanese, degustata in uno dei ristoranti che trasformano ogni giorno in arte l’antica tradizione culinaria della regione. Pernottamento in hotel.

2° GIORNO: Tirana – Kruja – Durazzo – Apollonia ‐ Berat
La prima giornata piena in terra albanese è dedicata all’esplorazione della storia del Paese. Colazione e partenza di prima mattina per Kruja. Distante circa 20 km da Tirana, la città fu dal 1443 al 1478 capitale del regno medievale guidato dall’eroe nazionale albanese Giorgio Castriota Scanderbeg. Quì svolgeremo una visita guidata della Cittadella e del Museo Etnografico, un bellissimo esempio di casa ottomana, con architetture e arredi interni perfettamente conservati. Per concludere, una passeggiata nelle viuzze acciottolate del Bazar Medievale, ricco di botteghe di antiquariato eartigianato locale, ideale per regalarsi ricercati e originali souvenir. A metà mattina trasferimento a Durazzo, la seconda città più grande dell’Albania, importante località balneare e principale porto commerciale del Paese. Definita in antichità “Taverna dell’Adriatico”, la città conserva ancora alcune tracce del suo glorioso passato come le imponenti mura di cinta costruite dall’imperatore bizantino Anastasio, originario della città, e l’anfiteatro, uno dei più grandi del Mediterraneo. Una passeggiata nel soleggiato lungomare, da dove partirono gli “esodi” del 1991 verso l’Italia, ci permetterà di approfondire alcuni aspetti della storia più recente. Pranzo (libero) in corso di visite. Nel primo pomeriggio trasferimento ad Apollonia, uno dei più affascinanti centri archeologici dell’Albania situato in una splendida posizione panoramica, non lontana dal Mare Adriatico. Qui svolgeremo un’esclusiva visita guidata itinerante del sito, dell’interessante museo d’antichità e dell’enigmatico monastero bizantino.  Esperienze: La visita di Apollonia averrà in compagnia dell’archeologo del parco, che ci farà conoscere anche l’importante lavoro di studio e di conservazione portato avanti dagli esperti del
patrimonio culturale.

3° GIORNO: Berat – Elbasan ‐ Pogradec
Colazione e visita di Berat, la ‘Città dalle mille finestre’, tutelata dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Qui visiteremo i borghi storici di Mangalem e Gorica, unici al mondo e tutt’ora abitati, dalla tipica architettura di età ottomana; l’imponente Kalà, il castello medievale ed il relativo quartiere storico, con le sue bellissime chiese bizantine; il nucleo medievale con le antiche moschee e il caravaserraglio. Non mancherà naturalmente il famoso museo dedicato al grande iconografo albanese, il maestro Onufri, dove svolgeremo una visita esclusiva, accompagnati da un esperto di arte bizantina. Dopo la visita ci trasferiremo verso la regione suggestiva dei Laghi di Dumrea, dove ci fermeremo per il pranzo in un piccolo agriturismo a gestione famigliare. Oltre ad assaggiare le rinomate specialità locali, la sosta sarà utile anche per conoscere un po più da vicino la realtà dell’Albania rurale attraverso l’incontro con i nostri anfitrioni. Dopo pranzo proseguiremo alla vosta di Elbasan, l’antica Scampinus, importante stazione lungo il corso della Via Egnatia. Una breve passeggiata nel centro storico ci permetterà di ammirare le imponenti mura di cinta del periodo bizantino e la Moschea del Re, una delle più antiche dei Balcani.
Nel tardo pomeriggio trasferimento a Pogradec, sulle rive del Lago di Ohrid per la cena (libera) e il pernottamento in hotel.
Incontri: importante kasbah ottomana trasformata in grande polo industriale dal governo comunista, la città di Elbasan attraversa un periodo molto difficile dal crollo del regime. L’altissimo tasso di disoccupazione, l’emigrazione di massa, il forte inquinamento ambientale sono solo alcuni dei problemi che devono affrontare i suoi abitanti. Per approfondire questi temi, molto attuali in tutto il Paese, incontreremo i membri e gli operatori del Centro Avventista, che insieme alla ONG Adra costituiscono una realtà sociale molto attiva in Albania.

4° GIORNO: Pogradec – Korca ‐ Voskopoja
Giornata ricca di scoperte e incontri, con partenza dopo la colazione per la vicina Korca. Nel capoluogo del sud‐est Albanese visiteremo passeggiando il caratteristico centro storico, recentemente restaurato. Quindi proseguiremo con la visita guidata del Museo di Arte Medievale, uno dei più importanti dell’area balcanica, che custodisce un’imponente collezione di quadri del periodo bizantino e post‐bizantino. Pranzo (libero) in una birreria caratteristica (Korca è famosa nella regione anche per la produzione dell’omonima birra e ospita nel mese di agosto un grande festival dedicato). Nel primo pomeriggio trasferimento a Voskopoja, tra le alture che circondano l’altopiano di Korca. Oggi un piccolo centro di villeggiatura e sonnolenta località rurale, Voskopoja è stata nel corso del 18° secolo una cittadina importante, capoluogo dell’enigmatica comunità aromena. Dotata di numerose chiese e cattedrali, un’accademia di studi e persino di una tipografia (l’unica nei Balcani Ottomani) la città ottocentesca ospitava una ricca comunità multietnica di mercanti e artigiani che commerciavano con l’Oriente e con molte capitali europee. Alcuni degli edifici di culto più belli di quel periodo, miracolosamente soppravissuti a guerre, calamità naturali e rivoluzioni ideologiche sono arrivati fino ai giorni nostri (anche se molto danneggiati) offrendoci oggi la possibilità di visitarli e regalandoci, come finestre aperte sul passato, scorci della vita nei Balcani di una volta.
In serata cena con assaggi di gustose specialità locali e pernottamento in un bed & breakfast agrituristico a gestione famigliare.
Incontri: Nel corso della serata avremo modo di incontrare la famiglia di agricoltori che gestisce il b&b e conoscere attraverso il loro racconto la realtà di questo angolo dei Balcani Occidentali.

5° GIORNO: Voskopoja - Permet - Gjirokastra
Partenza di prima mattina per Gjirokastra, attraverso la suggestiva regione di Përmet. Sulla strada tanti scorci di Albania rurale, lungo il corso del fiume Vjosa. Sullo sfondo le vette dei monti Nëmërçka e Tomorr, luoghi sacri per i bektashì, la misteriosa comunità religiosa ispirata al misticismo islamico. Pranzo lungo il percorso, con degustazione delle rinomate specialità locali. Përmet infatti e una delle località dell’Albania coinvolte nei percorsi tutelati e promossi dal movimento Slow‐Food. Arrivo a Gjirokastra nel primo pomeriggio. Visita del centro storico partendo dal pittoresco Passo del Bazar. A seguire il Castello, che ospita una curiosa ed interessante collezione di armi della seconda guerra mondiale, ma soprattutto offre spettacolari vedute sui tetti argentati della Città di Pietra, tutelata dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. La passeggiata ci porterà a visitare alcune delle abitazioni storiche più belle. Non mancheranno gli approfondimenti sui figli più illustri di Gjirokastra, lo scrittore di fama internazionale Ismail Kadare, ed il dittatore Enver Hoxha. Serata libera e pernottamento a Gjirokastra in hotel.
Incontri: A Gjirokastra incontreremo un referente dei progetti locali, che lavora per la valorizzazione del patrimonio storico‐culturale della città; incontreremo anche uno dei padroni di casa degli edifici storici, che ci parlerà delle sfide quotidiane per conservare e tramandare alle generazioni future questo lascito importante e di altri aspetti molto attuali e interessanti.

6° GIORNO: Gjirokastra - Butrinto - Costa Ionica - Valona
In mattinata trasferimento a Butrinto, forse il più importante sito archeologico del Paese, tutelato dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Fondata, secondo la leggenda, dagli esuli di Troia, Butrinto fu per molto tempo una delle più importanti città mediterranee dell’antichità. Il luogo affascina ancora i viaggiatori con la sua bellezza, immerso nel verde lussureggiante, bagnato dalle acque del omonimo lago e del canale di Vivari. Trasferimento a Saranda dopo la visita guidata del parco, per il pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento a Valona lungo la Costa Ionica, percorso che ci regalerà scorci bellissimi su baie, calette e spiagge vergini. Prima tappa al “Forte di Ali Pasha”, situato su una piccola penisola nella splendida baia di Porto Palermo, importante base navale durante gli anni della guerra fredda. Proseguiremo verso la località di Himara, villaggio costiero circondato da bellissime spiagge. Nel tardo pomeriggio arrivo al Parco Naturale di Llogara. Quì ceneremo in una piccola locanda tradizionale dove avremo l’occasione di conoscere aspetti della cultura e delle tradizioni locali. In serata trasferimento a Valona per il pernottamento in hotel.
Incontri: A Butrinto incontreremo a saremo accompagnati dall’archeologa del Parco, un’intellettuale di Saranda che ci illustrerà anche gli aspetti più interessanti legati al lavoro di ricerca e conservazione del sito.

7° GIORNO: Valona - Zvernec - Tirana
Colazione e partenza per Tirana, con prima tappa nel santuario naturalistico di Zvernec sulla laguna di Narta. Arrivo a Tirana a metà mattina col resto della giornata dedicata all’esplorazione della capitale partendo dal rinnovato Pazar i Ri, il più grande mercato all’aperto della città. Curioseremo tra i banchi fermandoci a scambiare due parole con i venditori e gli artigiani locali. Pranzo (libero) in corso di visite. Nel pomeriggio visiteremo l’antica moschea di Et’hem Bey, fondatore della città, il Museo Storico Nazionale ed il Palazzo della Cultura, sede dell’Teatro dell’Opera e della Biblioteca Nazionale e infine la Galleria Nazionale dell’Arte. Nel corso della visita faremo tappa in alcuni dei caffè storici della capitale, molto amati dagli abitanti. Cena in locale caratteristico e pernottamento in hotel.
Incontri: Con l’aiuto di un abitante della città, un giornalista albanese di lunga esperienza, proveremo a comprendere meglio l’attualità e le grandi trasformazioni in atto nella capitale e in generale in tutta l’Albania.

8° GIORNO: Rientro in Italia
Trasferimento in aeroporto e volo per l’Italia.

Date e prezzi
Prezzo
dal 26/12/21 al 02/01/22
Quota per persona in camera doppia base 10 partecipanti per 7 notti
€ 955

Supplementi

dal 04/04/21 al 26/12/21
Supplemento camera singola
€ 120
dal 04/04/21 al 26/12/21
Supplemento piccolo gruppo 6-9 partecipanti a persona
€ 95
Incluso/Escluso

Quota per persona con sistemazione in camera doppia con numero minimo 10 partecipanti.

La quota comprende:
- Quota di iscrizione che include le assicurazioni *Assistenza alla persona, Spese mediche, Bagaglio e Annullamento*
- Compenso e rimborso spese mediatore culturale parlante in lingua italiana
- Trasferimenti in pullman con autista per tutta la durata del tour
- Pernottamenti in stanza doppia
- Trattamento di mezza pensione (colazioni e cene)
- Il cenone di Capodanno Tutte le visite segnalate in programma
- Quota di solidarietà per lo sviluppo di progetti locali 

LA quota non comprende:
- Il volo dall'Italia a/r a partire da euro 250 per persona
- I pranzi (costo medio circa 10 euro
- Le bevande durante i pasti
- Extra personali, mance
- Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”


*La polizza inclusa nel pacchetto, prevede le garanzie Assistenza, Rimborso Spese Mediche e Annullamento anche in caso di malattia da Covid-19 .

Appunti di Viaggio

Albania, una e mille
PUNTI FORTI
- Tirana, capitale giovane e in perenne trasformazione, testimone della complessa storia del XX secolo nei Balcani.
- Berat, "la città dalle mille e una finestra", e Gjirokaster, “la città di pietra”
- I resti archeologici di Apollonia, definita “città libera e intoccabile” dall’imperatore Augusto.
-  Il parco archeologico di Butrinto, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO

Informazioni generali su sistemazioni e pasti

Si dormirà in Hotel e in una guest-house a gestione famigliare. I pasti saranno consumati in piccoli ristoranti tradizionali in modo da gustare la tipica cucina balcanica che ha influssi turchi e greci. L'unica avvertenza è quella di bere sempre acqua imbottigliata, facile da trovare in
ogni luogo, salvo quando diversamente indicato dall’accompagnatore.

Come si fanno gli spostamenti in loco
Un pulmino sarà a disposizione del gruppo per tutta la durata del viaggio, le strade e i collegamenti non sono in perfette condizioni ma in ogni caso non ci saranno spostamenti eccessivamente faticosi.

Clima
Il clima della regione è paragonabile a quello del Sud Italia: clima temperato con scarse probabilità di rovesci vicino al mare, più freddo nelle zone montane dell'entroterra.

Documenti necessari
Carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto. Non è richiesto nessun visto. Non è necessaria nessuna vaccinazione, consigliabile l'anti-tetanica.

Quote di solidarietà
Le quote di solidarietà di questo viaggio saranno devolute all'associazione Pro Albania, costituita cittadini albanesi residenti in patria e all'estero, tra cui anche immigrati di ritorno, per promuovere forme di sviluppo sostenibile attraverso il recupero e la valorizzazione del patrimonio storico-culturale dell'Albania e la promozione di forme di turismo responsabile nel Paese. Concretamente le quote sosterranno le attività di studio e ricerca degli archeologi locali ad Apollonia e Butrinto, gli sforzi delle famiglie di Gjirokastra per la conservazione e il restauro delle case tradizionali, le iniziative del Centro Avventista di Elbasan, e il lavoro dei volontari della redazione del sito turismoalbania.com, curato da Pro Albania
Il viaggio è alla portata di tutti e non presenta particolari difficoltà. L'ospitalità balcanica è sempre molto calorosa. Le tradizioni sono vive da queste parti e l'ospite è sempre il benvenuto.
L'Albania per gli italiani è stata per lungo tempo sinonimo di migrazione.
Insieme al Centro di Cultura Albanese vi proponiamo di vedere con i vostri occhi quante cose siano cambiate negli ultimi decenni al di là dell'Adriatico: si entra in contatto con gli abitanti del posto a Tirana, Gjirokastra e Llogara, si scopre il meglio dei prodotti e delle tradizioni enogastronomiche locali lungo tutto il percorso di visite, si incontrano i giovani del Centro Avventista di Elbasan e gli esperti del patrimonio culturale ad Apollonia e Butrinto. Dall'esperienza di questo viaggio sono nate le prime guide di turismo responsabile dedicate a Tirana e all'Albania, pubblicate da Morellini Editore.


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!